7 cose che non sai su Tombi!

Tombi! è uno dei videogiochi che ha più influenzato la mia infanzia, reputandolo tutt’ oggi uno dei miei miei videogiochi preferiti.

Ho voluto stilare per voi una lista d’ alcune curiosità su questa saga videoludica, partiamo: 😉

  1. La serie “Tombi!” fu idealizzata dal giapponese Tokuro Fujiwara, creatore di “Ghosts ‘n Goblins” (platform medievale della Capcom) e vide la luce nel 25 Dicembre 1997 in Giappone.
  2. La software house produttrice del videogioco è la “Whoopee Camp” (fondata dallo stesso Fujiwara), realizzò soltanto due videogiochi, Tombi! e il suo seguito “Tombi!2“, e fallì nel 2000, nonostante la compagnia sperasse di rinnovare il mondo videoludico.
  3. Sul Playstation Network dal 2011 è possibile trovare la versione digitale del gioco per Playstation 3Playstation PortablePlaystation Vita.
  4. Nonostante sia un platform, vi sono molti elementi di RPG/GDR (Giochi Di Ruolo).
    Con ben 130 quest nel primo capitolo e 137 nel secondo (per poter sbloccare quattro quest nel secondo capitolo della serie, bisogna essere in possesso di un file di salvataggio del primo capitolo nella stessa Memory Card di Tombi!2), un rudimentale sistema di esperienza, un sistema AP, alterazioni d’ umore (risata o pianto causati dai funghi) e un ampio guardaroba e set armi che conferiranno a Tombi diverse abilità.
  5. In Tombi!2″ scopriamo che il protagonista ha una fidanzata di nome Tabby, provveniente dalla Città della Miniera di Carbone, e con capelli verdi.
  6. Tokuro Fujiwara durante un’ intervista, ipotizzò il proseguimento della storia con l’ uscita di un terzo capitolo, grazie al discreto successo ottenuto dai precedenti capitoli. Col fallimento della società ogni progetto è stato accantonato e abbandonato.
  7. Tombi! ha ottenuto un altissimo valore collezionistico sul mercato. Non è per niente facile riuscire a trovarlo a prezzi regolari, anche a causa del fallimento della sua casa produttrice.

Commenti